Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for maggio 2009

Paesaggi familiari

Sebbene molto affetto  (e un po` di nostalgia) mi leghino a Palombaggia,  volevo mostrare luoghi a me piu` familiari, e comunque dal fascino particolare.

Annunci

Read Full Post »

L’eleganza del riccio

Sono stata attirata da questo romanzo di Muriel Barbery per la sua definizione di “evento letterario francese del 2006”. La lettura non e` stata facile, soprattutto nella prima parte.

Confesso di non aver mai provato simpatia per la filosofia e i filosofi (quelli moderni almeno: nell’antichita` scienza e filosofia erano inscindibili). Questa antipatia si e` estesa all’autrice, che a mio parere ha ampollosamente voluto far sfoggio della sua cultura filosofica.

Superato lo scoglio della prima parte, il libro indubbiamente scorre, non manca l’ironia, e c’e’ qualche bella pagina, tra tutte, l’ultima scritta da Paloma, quando dice:

Stasera ripensandoci, con il cuore e lo stomaco in subbuglio, mi dico che forse in fondo la vita e` cosi: molta disperazione ma anche qualche istante di bellezza dove il tempo non e` piu` lo stesso. E` come se le note musicali creassero una specie di parentesi temporale, una sospensione, un altrove in questo luogo, un sempre nel mai. Si e` proprio cosi`, un sempre nel mai. Perche d’ora in poi per te andro` in cerca del sempre nel mai, la bellezza qui in questo mondo“.

Il finale mi ha anche strappato qualche lacrima, ma basta qualche bella pagina, qualche frase felice, a fare di un libro un bel libro?

All’inizio il classismo della vicenda e` cosi` profondo, che credevo fosse ambientata almeno un secolo fa, mi ha meravigliato realizzare che invece la storia era contemporanea.  Le motivazioni che hanno spinto Renée a chiudersi in se` stessa sono piuttosto flebili. Paloma e` la figlia che non auguro a nessuno 🙂 , Monsieur Ozu e Manuela sono gli  unici personaggi “simpatici” del romanzo. Storia inverosibile e finale molto forzato.

Non sono in grado dire se questo libro mi e` piaciuto: l’ho trovato noioso e allo stesso tempo interessante (a tratti divertente). Comunque da leggere per giudicare da soli.

Read Full Post »

Ho perso una perla….

… nei meandri della memoria, e per quanto io mi sforzi, non riesco a ricordarmela. Ricordo solo che mi aveva fatto tanto ridere.

Percio`, scrivo subito questa, prima di dimenticarmela.

Mia figlia conserva i  biglietti di treni, navi, musei, mostre, gli scontrini di negozio, le ricevute dei ristoranti.

In particolare, siamo stati in un ristorante che non ci ha soddisfatto per niente in quanto a rapporto qualita`/prezzo. Ieri sera mia figlia stava giocando con la ricevuta di quel ristorante, ed improvvisamente e` venuta da me dicendo:

“Mamma, ho capito perche` abbiamo speso cosi` tanto a Monteriggioni: tu hai voluto per forza mangiare al COPERTO, invece che in giardino, e cosi` ci hanno fatto pagare il posto coperto, guarda: COPERTO x3 = 9 euro!”.

Read Full Post »