Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for luglio 2009

Ogni cosa e` illuminata

Ho letto per primo il secondo libro di Jonathan Safram Foer, “Extremely Loud & Incredibly Close”, e mi e` piaciuto cosi` tanto da spingermi a comprare il suo primo, famoso romanzo.

Con una vecchia fotografia in mano, il giovane studente Jonathan Safran Foer visita l’Ucraina per trovare Augustine, la donna che  salvo` suo nonno dai nazisti. Lo accompagna nella sua ricerca un coetaneo ucraino di nome Alex. Alex lavora per l’agenzia di viaggi di famiglia, insieme al nonno autista che si porta sempre dietro la cagnetta  Sammy Davis Jr Jr, chiamata cosi` in onore del cantante preferito dal nonno.

Il libro si articola su tre livelli: il racconto al  passato, scritto da Jonathan, della storia dello shetl “Trachimbrod”, dove i suoi antenati  sono vissuti, il racconto al presente del viaggio in Ucraina, e le lettere che Alex scrive a Jonathan.

La traduttrice ha avuto veramente un  compito difficile per rendere in italiano la ‘strana’ lingua inglese in cui Alex si esprime.

E’ indubbiamente un libro strano, articolato, tortuoso e di non facile lettura… ma riesce a compensare tutto con alcuni capitoli cosi poetici e ironici che alla fine scorre velocemente…

Dopo avere letto “Molto forte, incredibilmente vicino” mi aspettavo di piu`, ma indubbiamente ci sono molte parti bellissime. Come nell’altro romanzo, anche qua mi e` piaciuta la sua maniera di descrivere  i nonni, che trasmettono ai più giovani la memoria, un rivivere doloroso per non dimenticare.

Insomma, sicuramente Jonathan Safran Foer e` un giovane scrittore pieno di talento di cui mi auguro di leggere presto qualche altra opera.

Read Full Post »