Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for maggio 2008

Segnalo una bella lettera pubblicata sul blog di Loredana Lipperini.

Credo che il merito maggiore del libro di cui gia` ho parlato, sia quello di offrire una chiave di lettura della realta` che aiuta ad acquisire consapevolezza. Spesso noi adulti guardiamo alle cose per bambini con occhi da adulti appunto, tendiamo quindi a minimizzare gli effetti negativi, poiche` abbiamo a disposizione (o perlomeno dovremmo aver maturato) uno spirito critico che ci permette di distinguere la realta` dalla fesseria.

Per un bambino e` molto piu` difficile. Un bambino tende ad assorbire cio` che riceve dal mondo degli adulti che per lui sono importanti come verita` assoluta. Lo vedo anche nelle piccole cose: quando mia figlia usa una parola sbagliata, o dice una cosa non vera perche` ha capito male, e io la correggo, tende subito a giustificarsi con frasi tipo: “Ma lo dice anche la nonna!”, oppure “Me l’ha detto la maestra!”. Allora devo intraprendere un percorso che le faccia capire che lei ha dato una interpretazione sbagliata di una cosa detta in maniera diversa da come lei l’ha recepita, da un adulto di riferimento.

Ricordo un episodio accaduto quando insegnavo fisica a ragazzini di prima superiore, con un basso livello culturale alle spalle. Parlavamo della forza di gravita`, del fatto che per simularne l’assenza, sulla Terra, si fanno esperimento all’interno degli aerei in caduta libera.

Un ragazzino comincio` a dire che lui sapeva che esisteva una macchina per generare l’anti-gravita`, che permetteva di annullare del tutto l’effetto della forza di gravita` sulla Terra. Alla mia domanda: ma dove l’hai sentito? lui rispose: “L’ho visto in televisione!”. Il fatto di averlo visto in televisione automaticamente dava credibilita`, ai suoi occhi, a questa notizia e allo stesso tempo annullava la credibilita` dell’insegnante….

Quindi, se una bambina leggera` cose “principettose” su un giornalino, che magari a noi mamme sembra stupido ma fondamentalmente innocuo, alla lunga si convincera` che il “modello principessa” e` quello da perseguire e che bellezza e seduzione sono ‘armi’ indispensabili che il mondo degli adulti le richiede di sviluppare.

Annunci

Read Full Post »

Che emozione vedere le prime foto che la sonda Phoenix ha inviato dalla superficie di  Marte!

La sonda e` atterrata ieri nella regione polare.

Questa mattina alle 9 anche il notiziario di una nota emittente radiofonica nazionale ne ha dato l’annuncio. I giornalisti della redazione hanno pensato bene, in una notizia di si e no 30 secondi, di inserire il costo della missione. Non hanno fatto alcun commento, ma ho trovato di cattivo gusto che, invece del successo scientifico della Nasa si mettesse in rilievo il costo elevato della missione. E` anche vero che in questo paese non dovrei meravigliarmi di simili commenti. Qualche minuto dopo, lo speaker del programma radiofonico che segue il notiziario ha letto il messaggio pervenuto da un ascoltatore: piuttosto che spendere tutti questi soldi per cercare tracce di vita su Marte, non sarebbe meglio utilizzarli per salvare delle vite sulla Terra? Ovviamente me lo aspettavo.

Ma mi chiedo, e vi chiedo, siamo davvero ridotti cosi`? Il genere umano ha davvero perso il gusto per la scoperta, per la conoscenza, per il superamento dell’ultima frontiera? L’avversione nei confronti della scienza da parte dell’uomo comune e` davvero arrivata a tanto, o la colpa non e` piuttosto dei media che pilotano l’ opinione pubblica sfruttando, neppure troppo subdolamente, il potere di comunicazione che hanno?

Read Full Post »

“Mamma, ho deciso, se non faccio la maestra voglio fare l’astronauta”.

Piu` o meno la stessa cosa…..

“Sai, mi e` sempre piaciuto ma avevo un po` paura, perche` e` un lavoro pericoloso: tu mi hai detto che qualche volta gli astronauti sono morti. Ma adesso ho deciso, con E. (amica del cuore, n.d.r.), che andremo insieme, e allora non ho piu` paura!”

Read Full Post »

Perle al museo

Palazzo Strozzi, mostra sulla Cina. Dopo diverse sale e statue di Buddha, guerrieri e funzionari imperiali, arriviamo alla sala dedicata alle figure femminili.

Nella quinta sala, che mostra opere del periodo Tang, eta` d’oro della storia cinese, ci sono 3 statue che rappresentano delle dame.

“Bambine, vi ricordano qualcuno i lineamenti, i vestiti e la pettinatura di queste statue? Sono molto simili alla mamma di un personaggio di un cartone animato che abbiamo visto recentemente….”

Risposta entusiasta di una delle bambine:

Asterix!”

(Per i non-Disney dipendenti, la risposta corretta sarebbe stata: Mulan…)

 

 

Read Full Post »

Primo maggio

Ieri siamo stati qui. La mostra “Cina: alla Corte degli imperatori” e` stata interessante, anche per le due bambine di prima elementare. Assolutamente non pesante e ben organizzata (anche se io sinceramente mi aspettavo qualcosa di piu`).

Erano anni che non andavo a Firenze. Certo, la confusione era quella tipica del primo maggio. Alla quale si sono aggiunti i tifosi inglesi dei Rangers, che hanno deciso di godersi Firenze il pomeriggio prima della partita.

Mi ha pero` deluso molto il fatto che la maggior parte dei palazzi fosse chiusa: palazzo Vecchio, la galleria degli Uffizi, palazzo Pitti, addirittura il giardino dei Boboli, dove pensavamo di portare le bambine a correre un po`, nel pomeriggio. Non siamo neanche riusciti ad entrare nel Duomo, perche` appunto, essendo il primo maggio, le visite terminavano prima del previsto! Io dico: ma si puo`? Queste cose succedevano trenta anni fa, ma mi aspettavo che qualche passo avanti fosse stato fatto. Possibile che davvero non si riesca, il primo maggio, a trovare personale a sufficienza per tenere aperti monunenti che da tutto il mondo i turisti vengono a vedere? Immagino la frustrazione di chi ha programmato un viaggio che magari prevede molte ore di aereo, e che scopre che a Firenze il primo maggio tutti i principali musei e monumenti sono chiusi! Soprattutto se non puo` prolungare la sua permanenza neanche di un  giorno!

Read Full Post »

…la storia della lavandaia, nelle frasi di ieri mia figlia ha scritto:

“La mamma si compra un diamante” 8)

A parte il fatto che in gioielleria mia figlia mi ha visto comprare al massimo qualche regalino per qualche battesimo, e quest’anno una collana di argento per il mio compleanno (me l’ha regalata lei), e io non possiedo diamanti (e mai ho dimostrato o espresso interesse a possederne), mi ha fatto sorridere vedere come mi abbia voluto inserire in una situazione di non-fatica, e se vogliamo di piacere. Eppure, lo stereotipo di genere c’ e` ancora, solo che adesso rappresenta una donna ricca. Questa propensione allo stereotipo di genere, a sette anni, in una famiglia attenta e assolutamente non stereotipata nei suoi ruoli, e` davvero sconcertante.

I bambini sono come la carta assorbente, evidentemente mia figlia ha gia` assorbito tutto cio`, ma da dove? La scuola forse? I cartono animati? le favole stesse? Certo, in parte e` tutto vero. Credo davvero che sia l’insieme di tutto cio`, l’insieme di tutti i piccoli, insignificanti (se presi da soli) messaggi. Si potra` intervenire? Si potra` aiutarla a crescere senza che il suo maggiore desiderio sia essere abbastanza bella per poter sposare un calciatore?

Read Full Post »