Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Scienza’ Category

Ancora sugli OGM

La COOP annuncia il “tour” italiano di Percy e Louise Schmeiser, gli agricoltori canadesi che sono stati condannati a risarcire Monsanto per aver usato senza autorizzazione semi di colza brevettati sui loro campi.

Mi disturba immensamente la maniera distorta in cui i comunicati COOP raccontano la vicenda. Come sottolinea egregiamente Dario Bressanini, qua non si tratta di essere pro- o contro OGM, ma di raccontare i fatti, cosi` come sono avvenuti, in poche parole di dire la verita`.

COOP cura i suoi interessi economici: nelle strategie di marketing avra` deciso che conviene puntare sul biologico. Mi domando l’Universita` di Scienze Gastronomiche di Pollenzo invece che interessi abbia: visto che ha potuto fregiarsi di questo nome, immagino che voglia perseguire la ricerca della verita` attraverso il metodo d’indagine scientifica. Eppure in questo resoconto dell’incontro con gli Schmeiser avvenuto qualche giorno fa, si dice che “gli Schmeiser hanno poi vinto la causa”. Si perpetua cioe` la menzogna in cui si vuole far passare l’agricoltore canadese come il Davide vittorioso contro il gigante Golia-Monsanto.

Invito tutti a leggere come sono andati veramente i fatti in un articolo scritto da Bressanini qualche tempo fa  qua e se avete voglia, di leggere direttamente i risultati dei tre gradi di giudizio di cui nell’articolo vengono forniti i link.

Annunci

Read Full Post »

“For everywhere we look, there is work to be done. The state of the economy calls for action, bold and swift, and we will act — not only to create new jobs, but to lay a new foundation for growth. We will build the roads and bridges, the electric grids and digital lines that feed our commerce and bind us together. We will restore science to its rightful place, and wield technology’s wonders to raise health care’s quality and lower its cost. We will harness the sun and the winds and the soil to fuel our cars and run our factories. And we will transform our schools and colleges and universities to meet the demands of a new age. All this we can do. All this we will do.”

E` stato emozionante ascoltare il discorso di inaugurazione. Ma sentire il nuovo presidente degli Stati Uniti che si ripromette di  restituire alla scienza il ‘posto che le spetta’,  e sottolinea l’importanza dell’istruzione in tutte le sue forme, e` stato piu` che emozionante:  e` stata la dimostrazione del fatto che tutti noi dovremmo ambire a qualcosa di piu` della nostra squallida politica paesana. Perche` appunto, ambire ad una nuova era non solo e` possibile, ma e` doveroso.

Read Full Post »

Addio Phoenix….

il Phoenix Mars Lander si e` definitivamente fermato, dopo 5 mesi di operazioni su Marte. Fino a giovedì gli scienziati della NASA non tenteranno più di riaccendere e di comunicare con Spirit, nella speranza che il poco di energia che si accumulerà permetta almeno di capire qual è lo stato di salute del rover.
La tempesta di polvere dovrebbe diminuire, ma ci sono scarse  possibilità che il rover riacquisti l’energia sufficiente per riprendere a lavorare. “Phoenix provided an important step to spur the hope that we can show Mars was once habitable and possibly supported life,”, ha detto Doug NcCuistion, Direttore del Mars Exploration Program della Nasa.

Read Full Post »

Questa mattina alla radio ho sentito la pubblicita` di COOP, che sottolineava come il loro latte provenisse da mucche alimentate con mangimi privi di OGM. Spesso la COOP ha finanziato progetti di tutto rispetto, tipo l’educazione al consumo consapevole nelle scuole. Ma questo accanimento comunicativo contro gli OGM, mi lascia ogni volta perplessa. E` chiaro che COOP prima di tutto deve fare degli utili, quindi cavalca i sentimenti dell’opinione pubblica. E un’opinione pubblica dove la cultura scientifica e` quasi inesistente, e lo scienziato viene visto come il pazzo che come minimo non mi dice la verita` perche` tanto lui e` pagato dalle multinazionali… cosa ci aspettiamo che partorisca?

Pero` da un’azienza che si vanta di voler fare educazione mi aspetto di piu`: quanto meno una corretta informazione.

Bellissimo l’ultimo articolo di Dario Bressanini che fa chiarezza sulla famosa storia dell’agricoltore canadese ‘contaminato’ dagli OGM. Credo che tutti noi ne abbiamo letto o sentito raccontare una qualche fantasiosa versione.

Possibile che se qualcuno ci tranquillizza sugli effetti degli OGM crediamo che abbia degli interessi in gioco, mentre di fronte al sensazionalismo i mezzi di comunicazione divulgano le notizie senza preoccuparsi minimamente di controllare la veridicita` delle fonti, e noi siamo portati piu` facilmente a credere, anche nei casi in cui chi ne parla non ha alcuna competenza scientifica?

Read Full Post »

A che serve?

Ne parlo adesso che il clamore si e` placato. La scorsa settimana ha avuto successo il primo test di circolazione di un singolo fascio di particelle al nuovo acceleratore LHC del CERN di Ginevra.

Dopo qualche sera eravamo a cena da amici, non scienziati, ma comunque persone di livello culturale medio-alto e attente al mondo che le circonda. Una volta placato il bisogno di rassicurazione (“ma siamo sicuri che non si corrano pericoli?”), viene subito posta la domanda: “ma a che serve fare un esperimento di cui non si sa prevedere il risultato?” “ma ha senso spendere tanti soldi in un’impresa del genere, invece che in qualcosa che migliori la vita della gente?”

Questa ritengo che sia la cosa piu` preoccupante di tutte: tanti non sono cosi` ingenui da credere alla storia all’apocalisse, ma si chiedono comunque a cosa serve fare ricerca di base, se questa non ha un fine pratico, se serve solo a rispondere a domande, fondamentali certo, ma puramente culturali.

In questo senso mi sembra che l’opinione pubblica negli Stati Uniti sia piu` consapevole: loro sanno che usano la tecnologia, vanno in macchina, hanno accesso alla diagnostica medica grazie al fatto che ci sono scienziati che fanno ricerca e ‘inventano’ le cose. Anche gli italiani usano il computer e internet, fanno la risonanza magnetica, hanno lettori laser per CD e DVD, ma poi si chiedono a cosa serve la ricerca di base!

Possibile che nessuno riesca a spiegare che tutta la tecnologia che ha effettivamente migliorato le nostre vite non ci sarebbe mai stata senza la ricerca di base? Possibile che nella patria di Galileo il significato del metodo scientifico sia completamente ignorato?

La nostra ospite aveva preparato delle ottime verdure ripiene. Uno dei commensali ha dato fine alla conversazione commentando:

“Cosa c’e’ al mondo di meglio della cipolla? Altro che acceleratori di particelle! Il vero genio e` colui che ha inventato la cipolla!”  😦

Read Full Post »

Che emozione vedere le prime foto che la sonda Phoenix ha inviato dalla superficie di  Marte!

La sonda e` atterrata ieri nella regione polare.

Questa mattina alle 9 anche il notiziario di una nota emittente radiofonica nazionale ne ha dato l’annuncio. I giornalisti della redazione hanno pensato bene, in una notizia di si e no 30 secondi, di inserire il costo della missione. Non hanno fatto alcun commento, ma ho trovato di cattivo gusto che, invece del successo scientifico della Nasa si mettesse in rilievo il costo elevato della missione. E` anche vero che in questo paese non dovrei meravigliarmi di simili commenti. Qualche minuto dopo, lo speaker del programma radiofonico che segue il notiziario ha letto il messaggio pervenuto da un ascoltatore: piuttosto che spendere tutti questi soldi per cercare tracce di vita su Marte, non sarebbe meglio utilizzarli per salvare delle vite sulla Terra? Ovviamente me lo aspettavo.

Ma mi chiedo, e vi chiedo, siamo davvero ridotti cosi`? Il genere umano ha davvero perso il gusto per la scoperta, per la conoscenza, per il superamento dell’ultima frontiera? L’avversione nei confronti della scienza da parte dell’uomo comune e` davvero arrivata a tanto, o la colpa non e` piuttosto dei media che pilotano l’ opinione pubblica sfruttando, neppure troppo subdolamente, il potere di comunicazione che hanno?

Read Full Post »

Life on Mars

Non e` mia intenzione auto-citarmi, ma piuttosto riportare la notizia che la sonda Mars Odissey ha osservato tracce di depositi salini sul suolo di Marte che testimonierebbero la presenza di acqua salata sul pianeta. Questo tipo di depositi indica la presenza di bacini che possono essere rimasti a lungo uguali, mentre l’acqua evaporava. Questa a sua volta è una condizione cruciale per la presenza di vita: un ambiente che rimanga stabile per qualche tempo. Certo, adesso bisognerebbe prelevare dei campioni dei sali e analizzarli…

Read Full Post »

Older Posts »